ZIBBO e DELISSIA

Cannonau di Sardegna

Zibbo è il nostro vino, vinificato in purezza da uve Cannonau, coltivate nei nostri vigneti a Mamoiada, una coltivazione interamente biologica in cui la Natura non viene soppiantata dalla chimica.

Mamoiada è il paese dei Mamuthones, maschera antichissima e austera, scura e possente. Nelle sere d’inverno che seguono Sant’Antonio, il passo cadenzato di un manipolo di mamuthones risuona spesso per le strade del paese, accompagnato e guidato dall’Issohadore, splendida figura, maschera gentile e autoritaria al tempo stesso, che ne regola le soste e le cadenze.

Raffaele Canneddu il nonno di Marco e Grazia noto anche come ZIBBO.

Il nostro vino prende il nome di Zibbo il soprannome di Raffaele Canneddu il nonno di Marco e di Grazia.

Il nome

Per il nostro vino abbiamo voluto un nome forte che racchiudesse come in un unico suono questa essenza, la somma di queste caratteristiche: Zibbo.

Era questo infatti il soprannome di Boelle Canneddu, severo padre di Tonino. Nei nomi sono spesso racchiuse le essenze delle cose come i destini delle persone e Zibbo è il nostro Cannonau perché racchiude in se la tenacia, la forza e l’ebbrezza di padre e nonno Boelle.

L’etichetta

Un buon vino resta impresso come un segno indelebile nella memoria sensoriale di chi lo degusta, un ricordo che altri elementi rafforzano e sottolineano, come il colore il profumo e perché no l’etichetta.

Si dice che l’abito non fa il monaco ma è vero anche che non vi siano monaci senza l’abito, un’etichetta sobria ed elegante con il colori del bruno e dell’oro che racchiude la preziosità del costume tradizionale femminile del nostro paese. Un rosone dorato: gioiello di donna su fondo scuro, quasi testa di moro, come il colore della gonna, chiamata in Sardo “Goresi”.

L’equilibrio sobrio e misurato tra elementi grafici e testo non distrae dal contenuto e lo completa con la forma, in un movimento elegante, senza eccessi, come la compostezza del nostro ballo “Su Passu Torrau” nato a Mamoiada e diventato poi distintivo di tutta la Barbagia.

ZIBBO Cannonau di Sardegna DOC Cantina Canneddu • Mamoaiada
ZIBBO Cannonau di Sardegna DOC Cantina Canneddu • Mamoaiada La retro etichetta

 

Granatza

Delissia è il nostro vino bianco, vinificato in purezza da uve granatza, un vitigno autoctono che stiamo cercando di valorizzare nelle sue peculiarità.

Si tratta di un vino fresco, secco, dai profumi vivaci e dalla spiccata acidità: macera sulle bucce per qualche ora e dopo una pressatura soffice si stabilizza in acciaio per circa 7 mesi prima di essere imbottigliato.

 

#cantinacanneddu #zibbo #delissia #cannonau #granatza #mamoiada #sardegna #wine #winelovers

Uno scorcio della bottaia nella Cantina Canneddu

 

 il nome

Forse è un pò presuntuoso ma mentre la granatza era ancora in fasce e veniva spillata per l’assaggio, tutte le volte ci portava a dire: che delizia! Da quì il nome DELISSIA.

L’ETICHETTA

Trasmettere un’emozione generando un ricordo positivo nel bevitore non è semplice. Noi vogliamo raggiungere quest’obiettivo anche attraverso il simbolo distintivo della Cantina Canneddu: il rosone dorato. Per Delissia si è trasformato in rosone ramato e l’etichetta, che nel suo complesso segue la linea di ZIBBO, si illumina di una base avorio che al meglio risalta il color miele della granatza.

#cantinacanneddu #zibbo #delissia #cannonau #granatza #wine #mamoiada #sardiniawine #italy

Zibbo e Delissia i vini della Cantina Canneddu

#cantinacanneddu #zibbo #delissia #wine #mamoiada #sardegna

Delissia, il vino bianco di uve granatza


Scheda Tecnica zibbo

Varietà uve

Cannonau ( purezza )

Lavorazione

Interamente a mano mediante metodologie biologiche certificate sia in campo che in cantina

Vigneti

Circa 2 ettari allevati ad alberello. Età delle viti: da 60 a 80 anni

Terreno

Granitico in disfacimento, leggermente acido. Altitudine da 650 a 800 m s.l.m.

Epoca di raccolta

Da metà Settembre alla prima settimana di  Ottobre circa, in relazione alla stagione di maturazione

Resa Uva

30/40  q/Ha

Vinificazione

Macerazione a contatto con le bucce per 20 giorni.
Follatura a mano
Fermentazione alcolica Spontanea con lieviti indigeni

Affinamento

circa 10 mesi in tonneaux di rovere esausto

Caratteristiche organolettiche

Colore: rosso rubino intenso
Profumi: ricchi, balsamici di spezie e di liquirizia. Al palato è cremoso, pieno, ma fresco e scattante con tannini succosi ed un finale pieno di energia e lunghissimo.

Consigli e abbinamenti

Ideale con primi piatti, ricchi di sughi di carne, arrosti, grigliate, zuppe di pesce con punte di piccante anche spinte. Formaggi stagionati e semi.
Da servire alla temperatura di 16 gradi.

Condividi:

Questa pagina è disponibile anche in: Inglese